Gael García Bernal in una serie di Jonás Cuarón sull'immigrazione

- Google+
2
Gael García Bernal in una serie di Jonás Cuarón sull'immigrazione

Gael García Bernal si prepara a tornare in tv dopo la fortunata esperienza di Mozart in the Jungle. Il vincitore del Golden Globe sarà il protagonista di una serie drammatica creata dallo sceneggiatore di Gravity Jonás Cuarón, della quale la rete americana Showtime ha avviato lo sviluppo e si è impegnata a produrre il pilota.

Ispirata da Undocumented America, il libro della giornalista e destinataria del DACA (il provvedimento esecutivo dell'ex Presidente Obama Barack con il quale i giovani giunti irregolarmente con i genitori negli Stati Uniti da minorenni hanno avuto accesso allo status di immigrati regolari) Karla Cornejo Villavicencio, la serie senza titolo racconta di un padre di famiglia messicano-statunitense che vive irregolarmente negli Stati Uniti. Quando sua moglie viene presa dall'ICE, Marco (Bernal) assume l'identità di un ufficiale dell'Immigrazione nel tentativo disperato di salvarla.

Il progetto si presenta come un thriller emozionante su un uomo invischiato in una pericolosa doppia vita. I messicani Bernal e Cuarón ne saranno anche i produttori esecutivi insieme con Villavicencio, l'ideatore di Lie to Me Sam Baum, Brad Weston, Pam Abdy e Scott Nemes.



Emanuele Manta
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Lascia un Commento
Lascia un Commento